ACROPOLIS CUP – AIVIO, STOP SUL PIU’ BELLO

 

A.V.I.O. CATANZARO – REAL AIROLA 0-2

A.I.V.I.O. CATANZARO: Lupica, Capicotto, Costa, Lagonia, Terracciano, Masciari, Rania, Tomaselli, Morello, Mauro M., Caridi. In panchina: Colicchia, Toto, Leone, Polia, Gallo, Mauro G., Trapasso, Galati, Rizzuto. All.: Scarpino

REAL AIROLA: Iodice Clemente I, Vitale, Laudagna, Maddaloni, Zaino, D’Angelo, Suppa, Fuccio, Iodice Clemente II, Daria. In panchina: Franco, Papa, Guida, Giordano, Arganese, Pisaniello, Fusco, D’Onofrio. All.: Iuliucci

ARBITRO: Cardone di Agropoli

MARCATORI: 7’ st Daria, 14’ st Giordano

—————–

A.I.V.I.O. CATANZARO – APRILIA 1-0

AIVIO CATANZARO: Lupica, Capicotto, Costa, Galati, Terracciano, Masciari, Rania, Tomaselli, Morello, Mauro M., Caridi. In panchina: Colicchia, Toto, Leone, Polia, Gallo, Mauro G., Trapasso, Lagonia, Rizzuto. All.: Scarpino

APRILIA: Tatti Gia., Soliman, Mollicone, Lepadat, Casentini, Gavazzi, Vernillo, Coppola, Chiapponi, De Falco, Neroni. In panchina: Mastrogiovanni, Sy, Conese, Di Fazio, Tatti Giu. All.: Siragusa

ARBITRO: Esposito di Napoli

MARCATORE: 17’ pt Rania

La splendida corsa degli Allievi dell’Aivio Catanzaro nella XXX edizione dell’Acropolis Cup si è fermata sul più bello, ovvero nella finale, dove a trionfare sono stati i campani del Real Airola, che nella fase eliminatoria erano terminati a ridosso dei giallorossi. Un vero peccato per Rania e compagni, che nell’atto conclusivo della manifestazione hanno fornito una prestazione decisamente non in linea con le precedenti, così agli avversari di conquistare il trofeo. Quella nella manifestazione campana resta comunque un’esperienza da ricordare per i giovani calciatori catanzaresi, che hanno dimostrato tutto il loro valore e soprattutto di poter avere ampi margini di miglioramento in vista del futuro.

Eppure la giornata di ieri era iniziata nel migliore dei modi per l’Aivio Catanzaro: pur avendo dovuto fare a meno di Polia, messo ko da un brutto attacco febbrile, nella semifinale contro l’Aprilia i giallorossi hanno dominato nel primo tempo, sfiorando il vantaggio con Rania, Morello e Caridi e trovandolo al 17’ con un gran numero del primo, che ha infilato il portiere laziale Gianluca Tatti con un potente tiro dopo aver saltato ben tre giocatori avversari. Nella ripresa è stata una partita super tirata, con l’Aprilia che non ci stava e che insisteva alla ricerca del pareggio, ma dall’altra parte l’Aivio Catanzaro dimostrava una buona tenuta difensiva e sfiorava più volte il raddoppio, riuscendo a condurre in porto la vittoria e conquistando così la finalissima. Che ha visto i giallorossi di fronte al Real Airola (in un rewind del match di venerdì, terminato 0-0), il quale nell’altra semifinale ha avuto la meglio nei confronti del Santa Maria. Primo tempo senza grandi emozioni, ma con una supremazia territoriale dei campani. L’Aivio reggeva e chiudeva al fischio del signor Cardone sullo 0-0.

Nella ripresa però il Real Airola riusciva dopo 7’ a concretizzare la notevole mole di gioco prodotta, sfruttando con Daria un errore di Terracciano. A mettere al sicuro il risultato ci pensava il neo entrato Giordano , che al 14’ con un grande botta da fuori area trafiggeva l’incolpevole Lupica, facendo calare il sipario sull’avventura giallorossa all’Acropolis Cup.    

Pier Santo Gallo

(articolo tratto da Calabria Ora del 24/04/2011)

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *